Bisogna lottare per la Bellezza perché senza Bellezza non si vive...

Incontro su Johnny Cash: Percorso di Canti e Letture sul grande cantautore americano

I

Il prossimo 16 ottobre si terrà al Milano una conferenza-concerto sul grande cantautore americano Johnny Cash (1932-2003), dal titolo Johnny Cash. Non dimenticare che è un dono. Canterai per il mondo un giorno. L’incontro è stato organizzato dal Centro Culturale di Milano e pensato da me, Walter Muto e Leonardo Eva. Io interverrò come relatore e Walter Muto come...

B L A C – Bato Live Art Connection a fine maggio a Roma

B

Si pubblica un articolo di Alessandra Lenzi che ci segnala un’interessante iniziativa. In occasione del sessantesimo anniversario della morte di Django Reinhardt, un omaggio al celebre chitarrista belga con lo spettacolo B L A C – Bato Live Art Connection, a cura di Alessandra Lenzi,  in scena al Teatro Trastevere di Roma il 27 e il 28 maggio 2013 alle ore 21.30. Uno spettacolo teatrale –...

Chitarra semiacustica: genesi e modelli che hanno fatto la storia

C

L’incontro fra chitarra ed elettricità fu uno degli avvenimenti musicali più importanti del Novecento, un incontro che diede inizio a una nuova storia fatta di ricerca, sperimentazione e tentativi empirici azzardati, che portarono alla realizzazione di modelli nuovi e affascinanti, in grado di incidere in maniera indelebile sul sound contemporaneo. La chitarra semiacustica, inaugurata nel 1958...

Why Me (Lord): le tante versioni di un gospel d’autore

W

Parliamo oggi di un gospel d’autore, Why me di Kris Kristofferson, un pezzo che, in piena sintonia con la tradizione gospel, è stato poi riproposto in interpretazioni personalissime da altri grandi musicisti, quali Elvis Presley, Johnny Cash e Ray Charles. Il pezzo parla di un uomo grato a Dio per tutto quello che ha vissuto (prima strofa: “Perché proprio io Signore / […] cosa...

Robert Plant e la rielaborazione di se stesso

R

Robert Plant, a quanto riferito da Buddy Miller, ha praticamente finito il suo nuovo lavoro di studio, un disco di inediti che verrà rilasciato entro la fine dell’anno. C’è ancora un po’ da attendere dunque, ma possiamo sempre ingannare l’attesa ripercorrendo da vicino uno degli aspetti che più hanno caratterizzato la carriera di Plant post-Led Zeppelin: la rielaborazione...

Ivano Icardi: Walking with the Giants. Recensione

I

…volevo divertire e commuovere, due stati d’animo opposti, ma che fotografano attentamente la mia essenza di musicista. Questo è l’intento di Ivano Icardi, chitarrista italiano che ha da poco realizzato il suo disco con la Favored Nations, l’etichetta fondata da Steve Vai a fine anni ’90. Icardi è in realtà ben più di un chitarrista: in qualità di produttore ha...

Le chitarre di Queen e Black Sabbath si uniscono… ma come?

L

È ufficiale. Le chitarre dei Queen e dei Black Sabbath si uniranno. Durante un’intervista a Kerrang!, Brian May e Tony Iommi hanno infatti rivelato un loro progetto tenuto finora in gran segreto: Iommi: “Quando iniziamo a lavorare su quel disco di riff? Lo sai di cosa sto parlando”. May: “Sì, lo so e non vedo l’ora di mettermi a lavoro. Il disco però doveva rimanere un segreto...

Giovani Promesse: Recensione di Primera, il nuovo disco di Andrea Pica

G

Oggi parliamo di Andrea Pica, una giovane promessa italiana, un chitarrista rock davvero interessante che ha appena realizzato il suo album strumentale: Primera. Pica è un chitarrista preparato sia sul versante classico che su quello elettrico (i diplomi conseguiti alla Lizard e all’Accademia di Santa Ceclia la dicono lunga sulla completezza della sua formazione), attivo non solo come solista, ma...

Johnny Cash Thirteen: quando la musica trasforma il senso delle parole

J

Fra gli scambi stilistici più strampalati e improbabili della storia della musica un posto d’onore spetta senza dubbio a Johnny Cash e Glenn Danzig, protagonisti, l’uno come interprete e l’altro come autore, del brano Thirteen. Era il 1994 quando il co-fondatore del gruppo punk Misfits e della band heavy metal Danzig scrisse (a quanto si dice in appena 20 minuti) un pezzo per...

Cole Porter Anything Goes: l’arte dell’ironia fra musica e testo

C

Cole Porter è stato un grande della canzone americana. Insieme ad altri grandi mostri sacri come Gershwin, Berlin e Kern, è stato colui che ne ha favorito uno sviluppo per così dire “raffinato” e di qualità. Il suo tempo fu soprattutto gli anni ’30, il periodo della Grande Depressione e della disillusione dalle promesse degli anni ruggenti, un’era che Porter guardò con...