Yes: “l’arte della cover”

Yes: "l

C’è modo e modo di fare cover.Si può semplicemente riproporre una canzone nelle sue caratteristiche principali (melodia, armonia, arrangiamenti) “reinterpretandola” soprattutto per mezzo della voce e delle sue particolari caratteristiche timbriche. Oppure in altri casi, forse la maggior parte, si può scegliere anche di ri-arrangiare la canzone variandone il colore strumentale e il ritmo.Decisamente più ...

Privateering di Mark Knopfler: In mare in compagnia del capitano

Privateering Mark Knopfler copertina

Privateering di Mark Knopfler è uscito lo scorso 3 settembre, un doppio album di 20 canzoni che è stato ben accolto dalla critica.Una recensione del disco sarà pubblicata prossimamente, intanto in questo articolo vorrei concentrarmi sulla title song, Privateering appunto, uno dei brani più suggestivi del nuovo album.La canzone era in realtà già ben conosciuta dai fan, ...

Why Pink Floyd?

Why Pink Floyd?

La recente uscita delle versioni Immersion, Experience e Vynil LP di The wall dei Pink Floyd (nell'ambito del progetto Why Pink Floyd?) è l'occasione per tornare su un disco di portata storica, proponendone una lettura che si soffermi in particolare su una delle sue perle principali: Comfortably numb.Clicca sul link per leggere questo articolo pubblicato sul Sussidiaro il 10 aprile 2012: WHY PINK FLOYD?/ ...

Chopin: Notes from Nostalgia. Guida all’ascolto delle opere pianistiche

chopin

Nei giorni 7 ottobre 2010, 14 settembre 2011 e 23 febbraio 2012 ho tenuto al Benedictine College una serie di lezioni in inglese sulle opere pianistiche di Chopin intitolate Notes from Nostalgia: a listening guide to the piano works of Fryderyk Chopin.Le opere trattate sono state le seguenti: Scherzo n. 1, op. 20, Scherzo n. 3, op. 39, Preludi op. 28 e Notturni ...

Dire Straits: “Tunnel of Love”

Mark Knopfler

Segnalo qui un articolo pubblicato il 14 gennaio 2012 sul Sussidiario. Si tratta di una proposta d’interpretazione della canzone Tunnel of love dei Dire Straits."Alcune delle mie migliori composizioni sono nate nei luoghi che frequento solitamente, come pub o per strada [...]. L'ispirazione non è una cosa che puoi avere se te ne stai rinchiuso in casa o te ...

Yes: “It will be a good day (the river)”, verso il mare infinito

Yes prog rock

Segnalo qui un articolo pubblicato il 13 dicembre 2011 sul Sussidiario. Si tratta di una proposta d'interpretazione della canzone degli Yes It will be a good day (the river) dall'album The ladder (1999). Il brano dal punto di vista strettamente musicale è abbastanza convenzionale se consideriamo le sperimentazioni a cui gli Yes ci hanno abituato fin dagli anni '70.Molto curati, come di consueto ...